SOVRANO ORDINE GNOSTICO MARTINISTA

Informativa Privacy

Solitamente quando la ventura e il desiderio ci spingono sulle pagine di un ordine o una struttura martinista le informazioni che deduciamo da esse sono in genere abbastanza stereotipate. Esse trattano di qualche nozione attorno alla storia dell'organizzazione, del Papus, di Louis Claude de Saint-Martin, o riportano frammenti della storia del martinismo o qualche lavoro di maestri e associati. Al viandante di desiderio non rimane, spesso, che rimettersi al caso, e bussare per poi attendere di ricevere informazioni, spesso vaghe, attorno ai rudimenti della scienza e dell'arte martinista. Noi abbiamo deciso di perseguire altra via, in quanto riteniamo che giunti nel terzo millennio questioni legate ad antiche fratture, quasi sempre riconducibili a questioni umane, siano ben poca cosa su cui fondare scuole di filosofia e di mestiere. Ancora riteniamo che ciò che è oggi rilevante non è tanto, come gli ultimi soldati giapponesi nelle foreste filippine, difendere la forma ricevuta, spesso non capita e sovente oramai lettera morta, quanto piuttosto offrire, nei limiti delle nostre possibilità, un complesso docetico e di strumenti d'opera che risponda ad una duplice istanza: coesione rituale, e radicamento in una tradizione. Ecco perchè non ci rivolgiamo a quei fratelli e sorelle in cerca di facili avanzamenti in rotta con le strutture di origine, e neppure a quei bussanti che hanno come desiderio la dialettica e il relativismo. Bensì a coloro che desiderano operare con armonia e solerzia con altri fratelli e sorelle all'interno di un perimetro rituale e tradizionale ben delimitato. Uno spazio che non si riconosce formalismi vuoti, mal digeriti e mal compresi, e neppure in umorali questioni di alcuni decenni fa, ma che affonda la propria identità e sostanza attorno alla filosofia e all'opera il cui seme è la formula pentagrammatica. Ecco quindi che il  Sovrano Ordine Gnostico Martinista vuole offrire un percorso integrale per l'autentico Uomo di Desiderio che anela la reintegrazione dell'uomo nell'uomo e dell'uomo nel divino. Un percorso che sia ancorato al perimetro tradizionale martinista, ma che al contempo sia memore dei pregi e dei difetti di questa nostra epoca contemporaneo, e delle necessità dell'uomo di oggi. Un percorso fattibile di accrescimento interiore (filosofico ed operativo), all'interno di una reale fratellanza di uomini e donne liberi, capaci di essere autonomi e percorrere un cammino iniziatico maturo. Quanto chiediamo è esattamente quanto offriamo: Desiderio di Conoscenza e Spirito di Fratellanza. Altro non abbiamo da offrire, ed altro non abbiamo da chiedere.

Caro viandante, per renderti maggiormente agevole conoscere la filosofia che anima il martinismo, e il Nostro Venerabile Ordine di servitori incogniti, abbiamo preparato una breve dispensa che spero saprà donarti alcune utili informazioni. Potrai scaricarla sul tuo dispositivo in formato pdf, e consultarla in seguito: Martinismo, una Via Iniziatica Tradizionale Cristiana.

1. Sovrano Ordine Gnostico Martinista

Il Sovrano Ordine Gnostico Martinista, la cui storia è consultabile alla seguente pagina, è una realtà iniziatica, manifesta sul piano quaternario e operativa, composta da uomini e donne autenticamente animati dal desiderio di riconoscersi in una visione tradizionale della ricerca e del lavoro spirituale.

E’ realtà iniziatica, in quanto si accede agli insegnamenti e agli strumenti che il Nostro Venerabile Ordine pone a disposizione tramite una regolare e tradizionale associazione.

E’ realtà manifesta sul piano quaternario, perchè è dotato di strutture ed articolazioni territoriali.

E’ realtà operativa, in quanto agli associati è richiesta una laboriosa Opera Interiore tramite strumenti formativi ed informativi.

Quanto sopra evidenziato, risulta dal nostro assoluto convincimento che il martinismo sia una forma aggregativa tradizionale: un perimetro energetico ed iniziatico. Riteniamo che solamente l'aderenza di tale forma alla tradizione cristiana possa permettere di sviluppare dei lavori individuali e collettivi che abbiano sostanza di realtà. Ecco quindi come il Sovrano Ordine Gnostico Martinista trae la propria linfa vitale dal Cristianesimo, attraverso le nostre radici iniziatiche ed operative che si riconoscono: nello Gnosticismo Alessandrino, nella Cabala Cristiana, in Martinez de Pasqually, in Louis Claude de Saint Martin, e nell'Ordine Martinista del Papus.

Il Sovrano Ordine Gnostico Martinistaarticolando al proprio interno la Fraternitas Gnostica Abraxas e la Sovrana Loggia Horus è in grado di proporre ai propri associati un completo percorso di perfezionamento filosofico e spirituale, e sviluppare una maggiore coesione eggregorica, in quanto tutto è raccolto e niente dissipato.

Per questi motivi, seppur nel rispetto delle altrui scelte, guardiamo con diffidenza la deriva teosofica e relativista che sembra aver investito tante altre istituzioni iniziatiche, dando vita ad una serie di formali distinzioni basate più su personalismi che non su una reale distinzione operativa e docetica.

2. Obiettivi

La finalità che persegue il Sovrano Ordine Gnostico Martinista è quella della reintegrazione dell'uomo nell'uomo e dell'uomo nel Divino Immanifesto, condizione necessaria che deve essere acquisita da ogni uomo e donna di Conoscenza, per poter compiere il ritorno alla Dimora Celeste. Il Nostro Venerabile Ordine mette quindi a disposizione dei fratelli e sorelle regolarmente e tradizionalmente associati un piano di studi e una formazione costante sotto gli influssi spirituali della Santa Gnosi, dei Maestri Passati, e l'assistenza dei fratelli e sorelle esperti.

E' nostro intendimento formare degli uomini di Conoscenza che siano filosofi, in quanto padroneggiano la scienza tradizionale, maghi, in quanto capaci di realizzare mutamenti interiori, e sacerdoti, in quanto capaci di amministrare il rapporto con il divino interiore.

Per questo il percorso è informativo, formativo e graduale.

Associato Incognito - Iniziato Incognito - Superiore Incognito - Superiore Incognito Iniziatore

3. Strumenti dell'Opera

L'opera del Sovrano Ordine Gnostico Martinista trova la propria identità e centralità nella formula pentagrammatica. E' attraverso il laborioso mistero di questa parola di potere che è perseguito il lavoro di reintegrazione individuale e collettiva. Tale Opera è posta in essere attraverso i seguenti strumenti:

1. Rituale Giornaliero Individuale.

2. Rituale di Purificazione Mensile Individuale.

3. Rituale di Loggia Collettivo (avente natura di complementarità all'opera proposta, che è sostanzialmente individuale)

4. Rituale Eucaristico Collettivo.

5. I Rituali di Plenilunio.

6. Rituale Solstiziale. (in terzo e quarto grado)

7. Rituale Equinoziale. (in terzo e quarto grado

8. Pratica di meditazione a distanza

I lavori sono modulati in virtù del grado ricoperto e delle attitudini individuali, e hanno natura sia cardiaca che teurgica, in quanto consideriamo ogni tentativo di porre l'una innanzi all'altra solamente una speculazione accademica priva di sostanza e discernimento.

4. Articolazione

Il Sovrano Ordine Gnostico Martinista è retto da un Grande Maestro (Elenandro XI) che ha il compito di coordinare i lavori dei fratelli e delle sorelle, di promuovere la revisione periodica dei rituali, di vigilare sul rispetto delle norme di fratellanza e sulla coesione eggregorica. Egli è il primo servitore di tutti i fratelli e le sorelle. Tale incarico è a vita. Nello svolgimento della sua funzione viene coadiuvato da due Venerabili Maestri Aggiunti (Aspasia ed Iperion), e dal collegio dei Terzi e dei Quarti il quale ha valenza consultiva e propositiva.

I fratelli e le sorelle sono raccolti in Logge sotto la guida dei rispettivi Filosofi, o in gruppi guidati da un Fratello Maggiore . Il Filosofo non è necessariamente un Superiore Incognito Iniziatore, ma deve avere in sé i requisiti formali e sostanziali di Fratello Maggiore che umilmente e pazientemente si pone al servizio degli altri fratelli. Il Fratello Maggiore dispone di un rituale di lavoro collettivo, in modo che quei fratelli e sorelle che non sono ancora inseriti all'interno di una Loggia costituita, ma territorialmente contigui, possono ritrovarsi a lavorare collegialmente.

Sono inoltre esistenti Logge affiliate al Sovrano Ordine Gnostico Martinista, che accettano di utilizzare durante i loro lavori collettivi il Pantacolo del NVO; altresì i loro membri accettano di includere durante i loro lavori giornalieri il Pantacolo del NVO.

5. Associazione al Sovrano Ordine Gnostico Martinista

Il Sovrano Ordine Gnostico Martinista non pone nessuna esclusione basata sul sesso o sulla razza, ma pretende che i suoi associati abbiano ricevuto un sigillo cristiano. In quanto riteniamo che questa forma di martinismo sia un rito di perfezionamento in ambito cristiano, e come tale necessita la presenza, nell’associato, di quel patrimonio culturale, psicologico ed iniziatico proprio del cristianesimo.

Nessuna esclusione in base a requisiti formali quali il sesso o la razza è prevista per i gradi superiori.

E’ possibile accedere al Nostro Venerabile Ordine a seguito di una preventiva verifica dei requisiti formali e sostanziali del bussante, a cui seguirà l’esercizio in una pratica meditativa preparatoria all’associazione, che può avvenire da uomo ad uomo oppure in loggia.

E’ richiesto da parte degli associati un costante lavoro filosofico ed operativo, e quindi tendiamo a sconsigliare la semplice richiesta di informazioni a coloro che non sono in grado di gestire minimamente la propria vita quotidiana.

E' prevista una capitazione annuale di 50 euro che andrà a coprire le varie spese di segreteria e di materiale cartaceo fornito, tale capitazione deve essere versata entro il mese di Gennaio di ogni anno.

6. Fraternitas Gnostica Abraxas

Per quei fratelli e quelle sorelle che dimostrino una volontà di comprendere ed essere cosa unica con la Santa Gnosi è data la possibilità di essere accolti nella Fraternitas Gnostica Abraxas, fratellanza gnostica cristiana di tradizione alessandrina. Si accede alla Fraternitas al termine di un percorso di progressiva spoliazione, che si conclude con alcuni Voti Solenni che il fratello e la sorella prendono. Questi voti riguardano una serie di impegni ed obblighi alimentari, morali e spirituali, con particolare riguardo all'adulterio nei confronti dello Spirito. La docetica attraverso la quale si provvederà a fornire gli adeguati strumenti e l'arte di utilizzo degli stessi, non potrà che articolarsi attraverso un recupero dei testi gnostici e del cristianesimo primitivo, che per la loro ricchezza simbolica ed operativa potranno svolgere funzione sia formativa che informativa. Indichiamo ad esempio: La biblioteca di Nag Hammadi - Pistis Sophia - I Vangeli Apocrifi - Nuovo Testamento - Filocalia - la Mistica Cristiana - Elementi di Teologia. Sarà posta la dovuta attenzione allo studio della mitologia greca, egizia, delle loro religioni, e dei culti misterici che animavano il cuore occulto di queste correnti magiche-operative. Onde evidenziare così quella radice spirituale che anima queste forme. Il piano di studio e di lavoro sarà in seguito debitamente composto ed articolato, in modo tale da pervenire ad una comprensione intellettuale e psicologica dello spirito che ha animato gli antichi gnostici, e potere quindi utilizzare nel modo maggiormente opportuno tutte le potenzialità del mito e del simbolo.  Il Superiore Incognito del Sovrano Ordine Gnostico Martinista che ne faccia richiesta può essere consacrato a Sacerdote della Fraternitas, così come al Sacerdote è riconosciuto come Superiore Incognito.

7. Ecce Quam Bonum

E' la rivista aperiodica del Sovrano Ordine Gnostico Martinista, legata temi filosofici e storici del martinismo e della docetica del Nostro Venerabile Ordine. Liberamente scaricabile da queste pagine, è aperta al contributo di tutti i fratelli e le sorelle del Sovrano Ordine Gnostico Martinista così come ai fratelli e le sorelle degli ordini in fraterna comunione.

Uno dei cardini del Sovrano Ordine Gnostico Martinista è rappresentato dalla divulgazione rivolta indifferentemente verso iniziati e profani, in modo da poter fornire riflessioni e materiale di studio ai primi, e qualche risposta attorno alla Tradizione ai secondi. In una società come quella moderna dove la cattiva e parziale informazione imperversa ovunque, i nostri contributi cercano di sanare quella frattura che spesso si riscontra fra quanto è posto nel perimetro iniziatico, e quanto è posto al suo esterno. Seppur l'informazione non può sostituire la formazione, essa è comunque un momento necessario di lavoro filosofico.

Possono inviare materiale alla rivista sia i fratelli e le sorelle del Sovrano Ordine Gnostico Martinista, che delle altre realtà in comunione fraterna al seguente indirizzo email: eremitadaisettenodi@gmail.com .

8. Divulgazione

MARTINISMO E VIA MARTINISTA

Il martinismo è una libera associazione di uomini e donne che si riconoscono attorno ad un ideale di reintegrazione spirituale, e perseguono questo obiettivo tramite gli strumenti e gli insegnamenti propri della struttura in cui operano. Questo ideale, seppur in forme e contenuti peculiari, è presente in ogni tradizione e cultura iniziatica; ed assume nel martinismo veste simbolica, esoterica, ed operativa cristiana. In quanto il martinismo è Ordine Cristiano, ed è quindi nei suoi simboli, narrazioni, miti, e corrente spirituale che trova impianto, fisionomia e linfa vitale la propria docetica e ritualità. In questo libro cercherò di mostrare l'essenza del martinismo, attraverso riflessioni e pensieri dei Maestri Passati, gli scontri docetici, le relazioni con le altre strutture iniziatiche. In modo da comprendere gli elementi caratterizzanti del Nostro Venerabile Ordine, e la sua capacità di rispondere alle esigenze spirituali dell'Uomo del Terzo MillennioIn questo libro cercherò di mostrare l'essenza del martinismo, attraverso riflessioni e pensieri dei Maestri Passati, gli scontri docetici, le relazioni con le altre strutture iniziatiche. In modo da comprendere gli elementi caratterizzanti del Nostro Venerabile Ordine, e la sua capacità di rispondere alle esigenze spirituali dell'Uomo del Terzo Millennio.

 

Dove Trovare il Libro

 

 

INIZIAZIONE MARTINISTA E UOMO CONTEMPORANEO

L'iniziazione martinista, e le scuole tradizionali, hanno ancora una ragione d'essere nel mondo contemporaneo? I nostri corpi docetici ed operativi sono ancora validi strumenti per l'uomo che intende procedere lungo una via di rettificazione interiore ? Oppure la nostra Opera deve essere nuovamente calibrata, per meglio rispondere alle necessità dell'uomo moderno ? Ecco quindi che è necessario interrogarci attorno alla diversa composizione psichica ed energetica dell'Uomo Contemporaneo, il quale è antropologicamente e spiritualmente diverso da quello ottocentesco. Tale riflessione non deve avere solamente carattere filosofico, ma investire anche la totalità dei nostri strumenti operativi.

Questo libro raccoglie i documenti e le riflessioni del congresso martinista "INIZIAZIONE MARTINISTA E MONDO CONTEMPORANEO".

 

 

 Dove Trovare il Libro