Eliphas Levi

"I Tarocchi sono una macchina filosofica, che evita alla mente di divagare, pur lasciandole iniziativa e libertà; si tratta di matematica applicata all'assoluto, l'unione di ciò che è logico con ciò che è ideale, come una combinazione di pensieri esatti tanto quanto i numeri, forse la concezione più semplice e più grande del genio umano."

"Una volontà lucida può agire sulla massa della luce astrale e, col concorso di altre volontà che essa assorbe e seco trascina, determinare grandi e irresistibili correnti..."

"È una fatica di Ercole che assomiglia ad un gioco da bambini" dicono i maestri della santa scienza

"Ogni intenzione, che non si manifesta per mezzo di atti, è una vana intenzione, e la parola che la esprime una parola inutile; è l'azione che dà la prova della vita ed è pure l'azione che prova e dimostra la volontà"

"Il Grande Maestro ha dunque rivelato un mistero della scienza magica positiva quando ha detto: Volete accumulare carboni ardenti sul capo di chi vi ha fatto del male? Perdonategli e fategli del bene!..."

"Chi si dedica alle opere della scienza deve giornalmente muoversi con moderazione, astenersi dalle veglie troppo prolungate e seguire un regime sano e regolare...deve soprattutto distrarsi tutti i giorni dalle preoccupazioni magiche con occupazioni materiali o lavorando sia in arte sia nell'industria, sia anche ad un mestiere. Mezzo per ben vedere è quello di non guardare sempre, e chi passasse tutta la sua vita a mirare sempre allo stesso scopo finirebbe per non mai raggiungerlo."

«Possiede la voluttà dell’amore solo chi ha vinto l’amore della voluttà».

"Il Tarocco, libro miracoloso, ispiratore di tutti i libri sacri dei popoli antichi, è, a causa della precisione analogica delle sue figure e dei suoi numeri, il più perfetto strumento di divinazione che si possa impiegare con intera fiducia. E veramente gli oracoli di questo libro sono sempre e rigorosamente veri, almeno in un certo senso; e quando nulla predice, rivela sempre delle cose nascoste e dà a chi lo consulta i più saggi consigli."

"Dicendo l’ultima parola sui Tarocchi, indicheremo il metodo completo di leggervi e di consultarli non solo sulle probabili sorti del destino ma anche e soprattutto sui problemi della filosofia e della religione di cui danno sempre una soluzione certa e mirabilmente precisa, se si spiegano nell’ordine gerarchico dell’analogia dei tre mondi con i tre colori e le quattro sfumature che compongono il settenario sacro."