VISUALIZZAZIONE PENTALFA

   

“Ogni intuizione superiore alla conoscenza sensibile deve sempre venir fissata dallo spirito in un simbolo, vale a dire in un'immagine sensibile che la renda afferrabile e che sintetizzi in sé le condizioni atte a rievocare, ove occorra, l'intuizione originaria; così il simbolo trasforma quest'ultima in un possesso stabile dello spirito, rievocabile e trasmissibile.” (Piero Martinetti)  

La Pentalfa o Stella a cinque punte, detta anche Pentagramma, Pentagono, Pentacolo ed in numerosi altri modi, è un simbolo antichissimo e potente dai molteplici significati. Tracciata con una punta rivolta verso l'alto e circondata da un cerchio, è intesa in molti ambiti esoterici come  rappresentazione del Bene, dell'ordine, dell'unità, della Volontà e potenza dell’azione, della Luce Solare. Come nel celebre disegno di Leonardo Da Vinci, può essere sovrapposta ed allo stesso tempo rappresentare una figura umana, la cui testa corrisponde alla punta superiore, mentre le altre quattro punte sono i suoi arti (come mostrato nell’immagine). Esprime la perfetta proporzione e la volontà dell’uomo che apprende come dirigere in modo armonico i pensieri, le emozioni e le azioni.  La Pentalfa è, in questo senso, simbolo dell’uomo come microcosmo, potenzialmente in grado di risvegliare le proprie energie e poteri allo scopo di reintegrarsi nel Macrocosmo. È inoltre un potente simbolo di protezione, per la sua essenzialità, semplicità e ricchezza di significato, utile ed adatta per la meditazione tramite visualizzazione. Seguiranno due differenti esercizi di visualizzazione della Pentalfa. È bene eseguire il primo (più semplice) diverse volte, familiarizzare con il simbolo ed acquisire dimestichezza prima di passare alla fase successiva.  Al termine di questo volume, la stella a cinque punte verrà utilizzata per un terzo esercizio, stavolta in associazione con dei mantra o parole di potere legate agli elementi.  

Primo esercizio   Procedi alla scelta di una posizione adatta alla meditazione, al completo rilassamento del corpo e della mente. Crea uno spazio interiore di quiete, il più possibile scevro di pensieri, in cui operare. Si tratta di visualizzare tramite l’immaginazione attiva la Pentalfa, tracciandola mentalmente come se la voleste disegnare, cercando di “vedere” ogni sua linea mentre si forma (consigliamo di immaginare il disegno come un raggio di luce bianca, o di fuoco). Nella sua costruzione, dovrai iniziare in modo alternato da ognuno dei cinque vertici.  Ripeti l’operazione cinque volte per vertice. Procedi sia in senso orario, come in senso antiorario, e valuta eventuali difficoltà e resistenze. Osserva i cambiamenti che produce nella vostra psiche, eventuali emozioni, stati d’animo; osservate ed allontanate i pensieri che tentano di distogliere la vostra attenzione.  

Secondo esercizio   Questo secondo esercizio consiste nell’assumere una congrua posizione tramite il nostro corpo, a simboleggiare la stella a cinque punte. E meditare in questa posizione, visualizzando un flusso energetico che si dipana da ogni nostro vertice e procede verso il centro. Un esercizio alternativo è visualizzare dalla nostra zona genitale, o dal cuore, o dal terzo occhio, un punto energetico (bindu, nella tradizione indù) che a poco a poco riempirà tutta la stella a cinque punte.  

Terzo esercizio   Questo esercizio consiste nel tracciare mentalmente il simbolo della pentalfa.   Prima Settimana. Inizialmente si procederà da un solo vertice (quello dello Spirito) in senso antiorario, a costruire la pentalfa, per una serie di ripetizioni non inferiore ad 11.   Seconda Settimana. Si procedere ad alternare il senso orario ed il senso antiorario nella costruzione della pentalfa. Sempre partendo dallo Spirito   Terza Settimana. Si procederà a costruire la pentalfa alternando l'inizio della costruzione da ognuno dei vertici, per un totale di 25 volte (cinque per ogni vertice). In senso antiorario   Quarta Settimana. Si procederà a costruire la pentalfa alternando il senso orario ed il senso antiorario.   Quarto esercizio   Nei momenti di oppressione, quando ti senti soverchiato dalle cose della vita esteriore ed interiore, quando la folla si accalca attorno a te, quando percepisci che qualcosa sta per inquinarti a livello sottile, immagina di porti al centro della pentalfa e con il tuo pensiero costruiscila incessantemente attorno a te.


 

 

SEZIONE "PRATICHE SPIRITUALI"